Visualizzazione post con etichetta pietà. Mostra tutti i post

Dolore


Terra senza freni!
Il cielo tace e guarda.
Il dolore morde le costole
e le piaghe del mondo
sono canali infettati!
I lamenti sono brace...,
la polvere è acqua!
Il tempo è passato 
e nulla è mutato!
Nessun sentimento,
nessun cambiamento!
Avidi cuori
pregate per voi...!
La pietà è un fiore reciso,
un albero spoglio,
un vagito bianco!
La giustizia
non ha nome
solo eterno supplizio!
La verità ha chiuso gli occhi!
-Rosaria Magnisi-
Copyright © 2016 - 2017 Rosaria Magnisi tutti i diritti riservati



Dolore

Cos'è il dolore?! 
Un lampo che lacera le membra,
devastate da dardi di fuoco 
e toglie forza e respiro?! 
Un ciclone che annienta una vita, 
distrugge speranze e colori..
una lacrima abbandonata in un fondo,
ove miseria e boati 
squarciano il cuore dell'anima 
incurante dell'altrui sorte! 
Sono una donna e mi assale la rabbia,
mi lancina il petto,
ove sento lamento 
non leggo pietà! 
Oltre le colline della ragione 
vive e vegeta la bramosia del dire..
oltre il muro della solidarietà 
non vedo occhi che si inchinano 
solo fragili figure che si ergono..
uomini miseri rei di tutte le colpe 
senza anima e coraggio.
Rosaria Magnisi
Copyright © 2014 – 2015 Rosaria Magnisi tutti i diritti riservati
( grafica personalizzata )

Amore di uomo folle

Nelle sue ossa una scossa 
nelle sue membra percosse 
l'ultimo lembo di pelle 
fremea al terrore delle tenebre!
L'incubo era nel cielo,
livido e terreo.
Lo sguardo giacea 
rivolto agli ultimi  rantoli 
che  urlavan pietà.
La mano non si fermò 
amore di uomo folle 
ossessione della sua carne.
Nessuna voce 
innalzò una preghiera!
Nel campo giacea il volto di ella 
bianco e ceruleo, 
il mare arrivò a coprire i suoi occhi 
e il canto del sole 
dipinse il suo nome.
Stella di fiore 
il tuo cuore giammai
profanato sarà!
Ormai tra i colori 
il tuo spirito soffierà!
Una porta si aprì 
e la sua mano candida 
si strinse ad un coro 
di angeli in volo 
per sollevarla 
dalle pene di un uomo 
che del coraggio 
nome non avea.
Rosaria Magnisi