Visualizzazione post con etichetta dignità. Mostra tutti i post

Diritto di esistere

Nelle tempeste dei fuochi 
l'ardire schiva la vita 
supina la testa si piega 
nell'atto perduto è il raccolto. 
I fili sospesi rimandano al fiato 
il codardo pensiero 
della luce smarrita 
in questa oasi di finzioni e realtà.
Sulle soglie l'atrio è chiuso  
alle richieste nessun dolore 
viene ammesso.
Il cancello delle speranze 
chiede l'invito 
e tu, invano supplichi..
la tua mano è callosa 
il tuo cuore è stantio 
sono parole dure 
e sporcano la dignità 
del dire e del fare.
Gli occhi bassi e freddi 
calpestati dagli sguardi arroganti 
chiedono solo 
il diritto di esistere!
Rosaria Magnisi