Visualizzazione post con etichetta follia. Mostra tutti i post

Paura

Parole ardite, sinfonie nascoste..
venti ribelli lesinano risposte. 
Il volto celato da un dire malsano 
perde la direzione dell'essere umano. 
Ogni patto è stato stravolto, 
ogni uomo grida e manifesta 
la paura di un domani paventato. 
La nebbia copre l'altrui dimora.., 
nella notte si consumano i colori. 
La vita si tinge di pochezza..,
sconosciuto destino reo e inconsapevole
dell'altrui cuore consumi le fatiche.
Rimbalza nella sabbia..
il filo della rete,
il frutto acerbo non conoscerà 
altra terra.. 
ormai il verde 
ha lasciato il passo stanco! 
Rosaria Magnisi

Essenza

Quello che provo non lo so!
Rancore, amore, delusione, nuovo amaro. 
Tutto è uguale, 
tutto è nuovo. 
Si, c'è qualcosa di fugace e labile 
che non riesco ad afferrare 
e l'aria non ha contro il respiro 
e i silenzi si turbano 
e si rinnovano 
di questo mistero. 
E' impalpabile e silente 
ma non ha niente di vago 
è suadente e imperturbabile 
e si risente come dolce gorgoglio. 
E' forse il mio cervello?! 
Che mente! Che fantasia! 
No, non è malattia 
è pura follia. 
Che confusione, che convoglio sfrenato! 
Non credo più alla mia essenza 
che grida, che spira 
che piange, che ama 
che ride, che sogna. 
Mannaggia alla vita! 
Che infernale pasticcio! 
Che farò domani?! 
Adesso sono qua!
Rosaria Magnisi