Visualizzazione post con etichetta onnipotenza. Mostra tutti i post

Memoria

Nessuna memoria! 
Nessun dolore! 
Folle tu, uomo di siffatta immagine 
oltrepassasti la barriera del pianto 
nei tuoi deliri di onnipotenza!
Folle protese nell'atto dell'abbandono 
ansimavano e bruciavano 
come carne da sottobanco! 
Nessuna verità mostra la pietà! 
Il genio del distruttore 
ha relegato nei confini sdruciti 
il dolce sorriso 
risvegliato alla vita! 
Tu uomo,
sei il veleno del tuo stesso essere, 
in queste ere di dannazione! 
Dov'è la misericordia?! 
Si è spenta sotto la polvere, 
lembi di terra intrisi del sangue
di quel fratello 
che non conoscerà giammai 
gli occhi, figli al suo cuore!
Oggi e sempre
il furore della pazzia 
vive e vegeta 
nei campi del dolore 
dietro l'angolo di una via.
Rosaria Magnisi