Visualizzazione post con etichetta conchiglie. Mostra tutti i post

Sirena ( poesia + video )

(foto web)
Morbide acque,
ondeggi di orme sulla sabbia, 
conchiglie e alabastri riflessi
negli occhi,
gemme d'amore e tristezza...
La seta di eterni rimpianti 
scivolò nel buio infinito,
ove la quiete giaceva
come donna sopita. 
Pelle di sole e di luna,
figlia di Poseidone,
dio dei mari e delle tempeste. 
Allor che al suo sonno, 
nessun suono 
fu di augurale risveglio, 
si antepose come ausilio 
una stella luminosa... 
ella era Venere,
le soffiò sul cuore, 
le rubò il dolore 
e la imprigionò 
in una perla.  
L'anima brillò 
memore del suo lungo peregrinare 
nelle ere infuocate 
dove la purificazione era sacrificale. 
L'aurora, come rosa del cuore,
dipinse di coralli l'incanto 
del quadro perfetto. 
Piano, una piuma 
accarezzò una guancia 
e la fanciulla respirò..
dalle acque nacque il suo io. 
Allor che al mare 
è dato il suo respiro...
si tuffò negli abbissi infiniti
per riprendersi la sua libertà.
Rosaria Magnisi


Video su YouTube

Sirena - Poesia di Rosaria Magnisi - Musica di Piero Gentili - Recitazione Piero Gentili