Visualizzazione post con etichetta respiro. Mostra tutti i post

Sorriso


ღღღღღ
La felicità è un attimo...,
un abbraccio
- rosa di maggio-.
Soffia l'aurora,
profumo di labbra,
respiro nell'anima.
Tra le dita...
il colore è calore di vita
-emozioni di luce-.
Azzurro mescola
verde
-onde impazzite-
mani protese,
quiete d'amore,
un sorriso,
una mano.
Il buio si inchina
nelle fitte dell'anima.
-Rosaria Magnisi-
Copyright © 2016-2017 Rosaria Magnisi tutti i diritti riservati (registrata)

Incontri predestinati


Azzurro e intenso
è il respiro!
Un attimo... 
e svanisce!
Incontro di occhi,
intesa di cuori!
Rimembranze lontane
in lampi di luce! 
-Rosaria Magnisi-
ღღ Impulsi selvaggi dell'anima ღღ ღღ Poesie & Dipinti di Rosaria Magnisi ღღ​
Copyright © 2016 - 2017 Rosaria Magnisi tutti i diritti riservati

Il LIBRO DI ROSARIA MAGNISI " Impulsi selvaggi dell'anima "

Rosaria Magnisi
Buona Domenica a tutti! Vi presento il mio libro di poesie " Impulsi selvaggi dell'anima" Un dipinto in copertina dell'Autrice arricchisce la raccolta! 
<<... Lei è così: la primavera all’improvviso, che addolcisce, rallegra, conforta, ma… allo stesso modo provoca, scuote, confonde, avvolge. 
L’Autrice ci trasporta, nella lettura, con i suoi modi un poco lontani, fuori dall’ordinario, nell’espressione tendente alla rima ma non troppo, con delle chiuse che sempre cercano d’allacciare tutta la lirica in un abbraccio delicato. Questa penna non è solo profonda, ma trasforma i concetti in scoperte...>>
( dalla prefazione di Silvia Elena Denti ) edito da Divinafollie e in tutti in circuiti!
Distribuito da Feltrinelli in tutte le librerie. 
Ringrazio anticipatamente tutti gli amici che lo compreranno! 
Un caro saluto Rosaria Magnisi! 
Questo è il link per chi desidera comprare il mio libro su internet!
https://www.ibs.it/impulsi-selvaggi-dell-anima-libro-rosaria-magnisi/e/9788898486830

Attimi rubati

Attimi rubati
in una notte di luna.
Rammento
le guance tue di pesca,
bocciolo nella seta ricamata.
Raggi di luce cullavi
tra le sponde dei tuoi anni
e il freddo stritolò le tue membra!
Nessun pianto
solo la ferita
di una lacrima.
E..
pensare che credevi alle fiabe,
dolce malinconia di quel mondo fatato
ove rincorrevi i sogni come ala di capinera.
Ti gridarono..
non piangere,
il lupo non esiste!
Rimembri  ancora quel giorno,
il rosso brutale del fuoco
non era sole,
era la tua vita
rubata da chi non osasti
domandare perché...
e scivoli piano nell'ignoto
per sollevare ogni pena
a chi al tempo
non chiede
ma relega un cuore
nell'ombra.
Il sogno di una primavera
senza respiro è stato spezzato!
Una piccola voce urlò!
Ci sono stati momenti crudi,
dolori al mio cuore schiacciato
in un angolo violato
da sudicie mani violente.
Il giorno non dipinse
il tuo cuore di dolci parole
ti tenne con se 
per non spegnerti il sorriso.
Rosaria Magnisi
Copyright © 2014 – 2015 Rosaria Magnisi tutti i diritti riservati
( grafica personalizzata )


La musica nel cuore

Ci sono magie
che nascono all'imbrunire,
nel silenzio di una notte senza tempo!
Ove non si ode un sorriso,
solo un dolore acuto
che scivola come grandine
oltre le pieghe di una ruga
che acciglia ogni sguardo spaurito!
Le strade si confondono,
la mente si perde.
Improvviso e fulmineo
un rintocco accelera una nota,
nasce nel tuo corpo,
sospende il tuo respiro,
illumina il tuo cuore.
E' un canto d'oltremare,
una nenia di ricordi,
il calore di una mano
ardente e delicata
che ti respira accanto,
ti innalza e ti consuma
per illuminarti piano.
Vola la tua anima,
si cinge di colore
e rischiara ogni penombra
al limitar del giorno,
che irraggia solingo e perpetuo
nel cavo del tuo ardire.
Rosaria Magnisi


Nessuna pietà


Mille mani hanno sporcato 
la tua veste per la bramosia
di possedere la tua pelle diafana.
Piccola stella martoriata
invano supplicasti i tuoi carnefici.
Nessuna pietà per la tua giovane età,
per il tuo diritto all'amore! 
Paura e sgomento
cuciti a marcare
il tuo cuore puro,
reciso dall'impeto
in quell'angolo buio.
I tuoi occhi di bimba
calpestati nel silenzio
si sono arresi
all'ultimo respiro
della luna.
Rosaria Magnisi

Pneuma

Respiro la mia vita
tra fuscelli e rivoli di sabbia
e leggo il mio cuore.
Nelle pagine sepolte, 
piano si delinea 
l'indefinibile ardore
che mi animò,
con dolcezza e determinazione,
nelle fredde sere d'inverno
in su il calar del sole
alle pendici del mio essere me stessa.
Rosaria Magnisi

Rapsodia di un incontro

Ella toccò la sua mano
e il tremore le invase l'anima...
gli occhi chiusi 
tra i riverberi dei sogni 
sospirarono dolci parole, 
mentre il cuore scoppiò
tra i battiti del tempo.
Lievi baci, lievi carezze
rincorsero i minuti
e l'ebbrezza della dolcezza, 
trasformò l'ansia dell'attesa
in un'estasi totale.
Il respiro soffiò... 
più forte del vento,
il desiderio folle e inconsapevole 
venne annullato dalla gioia
in un momento!
Unico, assoluto, eterno
turbamento della mente 
avanzò tra le viscere della terra, 
per riportare il nome di lui
verso quella riva
ove le onde si sono frantumate
tra le tracce dei destini,
inconsapevoli e immemori 
dei capricci umani.
Rosaria Magnisi

Sirena ( poesia + video )

(foto web)
Morbide acque,
ondeggi di orme sulla sabbia, 
conchiglie e alabastri riflessi
negli occhi,
gemme d'amore e tristezza...
La seta di eterni rimpianti 
scivolò nel buio infinito,
ove la quiete giaceva
come donna sopita. 
Pelle di sole e di luna,
figlia di Poseidone,
dio dei mari e delle tempeste. 
Allor che al suo sonno, 
nessun suono 
fu di augurale risveglio, 
si antepose come ausilio 
una stella luminosa... 
ella era Venere,
le soffiò sul cuore, 
le rubò il dolore 
e la imprigionò 
in una perla.  
L'anima brillò 
memore del suo lungo peregrinare 
nelle ere infuocate 
dove la purificazione era sacrificale. 
L'aurora, come rosa del cuore,
dipinse di coralli l'incanto 
del quadro perfetto. 
Piano, una piuma 
accarezzò una guancia 
e la fanciulla respirò..
dalle acque nacque il suo io. 
Allor che al mare 
è dato il suo respiro...
si tuffò negli abbissi infiniti
per riprendersi la sua libertà.
Rosaria Magnisi


Video su YouTube

Sirena - Poesia di Rosaria Magnisi - Musica di Piero Gentili - Recitazione Piero Gentili